Radio24 | Il Sole 24 ORE

Perché la commissione Antimafia ci ha messo così tanto?

La scadenza per la presentazione delle liste per le amministrative era il 2 maggio. Come mai la commissione Antimafia rende noti solo oggi, a un giorno e mezzo dal voto, le liste dei cosiddetti impresentabili? L’altro giorno lo abbiamo chiesto al vicepresidente della commissione Claudio Fava. E, fatto non sorprendente, dipende (anche) dal fatto che l’informatizzazione di questo Paese e i sistemi di scambio di dati non sono proprio eccellenti.

1) Le liste arrivano alle prefetture

2) La commissione Antimafia le richiama dalle prefetture

3) La commissione Antimafia le trasmette alla procura nazionale Antimafia, unico ente dotato di terminale apposito

4) La procura si collega con le procure locali che trasmettono i dati

5) La procura nazionale Antimafia gira i dati sui carichi pendenti alla commissione

6) La commissione deve incrociare i dati con tribunali, procure, corti d’appello e cassazione, perché un rinviato a giudizio e poi assolto sia giudicato “impresentabile”

Condividi questo post

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ultimi commenti

  • Luigi Rosa 29 maggio 2015 / ore 09:31

    Potrei anche scommettere dei soldi che ad ogni passaggio c’e’ qualcuno che si stampa l’elenco e se lo ridigita.

    1. Simone Spetia 29 maggio 2015 / ore 13:06

      Sicuro 🙂