Radio24 | Il Sole 24 ORE

Lo stenografico del momento nel quale Giachetti sospende la seduta (e perché parla di “fascismo” in relazione al M5S)

ROCCO PALESE. Chiedo di parlare.

PRESIDENTE. Prego, onorevole Palese. Presumo sull’ordine dei lavori (I deputati del gruppo Movimento 5 Stelle continuano a battere ritmicamente sui banchi e a scandire: «onestà ! onestà !»). Colleghi per favore, come ho già spiegato, voi dovete consentire…

ROCCO PALESE. Signor Presidente, qui non si riesce a parlare !

PRESIDENTE. Onorevole Palese, un attimo… Onorevole Ciracì, stia tranquillo, deve stare molto tranquillo ! Io sto cercando di dare la parola all’onorevole Palese. Onorevole Ciracì, la richiamo all’ordine, la richiamo all’ordine ! Colleghi, è antidemocratico ed io non posso tollerare comportamenti antidemocratici in questa Assemblea.
Non potete impedire a dei vostri colleghi di parlare perché è un comportamento antidemocratico ed io qui dentro sono la sentinella della democrazia, del cuore della democrazia e non vi consento un comportamento inaccettabile (Applausi dei deputati del gruppo Partito Democratico – Vive proteste dei deputati del gruppo MoVimento 5 Stelle) ! Quindi, voi dovete consentire, come è consentito a voi, di parlare a tutti quanti ! Onorevole Tripiedi, la espello dall’Aula perché ha tirato un oggetto contro la Presidenza ! Onorevole, è espulso dall’Aula !
Onorevole Palese, la prego di aiutarmi. Onorevole Ciracì, lei deve consentire all’onorevole Palese di parlare. Questo spettacoloPag. 512inaccettabile non può essere quello che domina nell’Aula. Io ho il dovere di consentire a ciascun deputato di parlare e voi avete il dovere di far parlare i vostri colleghi, chiunque essi siano.
Qui dentro siamo in democrazia, nessuno può prevalere con la violenza verbale o fisica. Ognuno ha il diritto di parlare e io non smetterò mai di consentire a ciascuno di coloro che sono in quest’Aula di parlare ! Non è accettabile ! Non è accettabile ! Quindi smettetela con questo atteggiamento antidemocratico nell’Aula di Montecitorio, non avete il diritto di compierlo ! Dovete attenervi alle regole e rispettare gli altri come gli altri rispettano voi quando voi parlate e insultate .
Onorevole Palese, provi a parlare, vediamo se ci riusciamo.

ROCCO PALESE. Presidente, non è possibile parlare così (I deputati del gruppo Movimento 5 Stelle continuano a battere ritmicamente sui banchi e a scandire: «onestà ! onestà !»).

PRESIDENTE. Voi potete continuare all’infinito e io non sospendo la seduta ! Onorevole Grillo, la richiamo all’ordine per la prima volta. La richiamo all’ordine per la seconda volta. O lei la pianta o io la espello dall’Aula. Onorevole Grillo, oltre all’onorevole Tripiedi, sono espulsi dall’Aula… ce ne occupiamo dopo.
Onorevole Palese, provi a parlare (I deputati del gruppo Movimento 5 Stelle continuano a battere ritmicamente sui banchi e a scandire: «onestà ! onestà !»).

ROCCO PALESE. Sì Presidente, ma non è minimamente immaginabile che si possa parlare in questa maniera, onestamente(I deputati del gruppo Movimento 5 Stelle continuano a battere ritmicamente sui banchi e a scandire: «onestà ! onestà !»)…

PRESIDENTE. Non è un problema. Purtroppo mi rendo conto, onorevole.

ROCCO PALESE. E lo so, però era sull’ordine dei lavori che io volevo intervenire, ma non mi sembra che sia possibile intervenire (I deputati del gruppo Movimento 5 Stelle continuano a battere ritmicamente sui banchi e a scandire: «onestà ! onestà !»)…

Pag. 513

PRESIDENTE. Onorevole Palese, lei provi a parlare.

ROCCO PALESE. Sì, Presidente, io intervengo in quest’Aula e chiedo sommessamente ai colleghi del MoVimento 5 Stelle di fermarsi un attimo, se fosse possibile (I deputati del gruppo Movimento 5 Stelle continuano a battere ritmicamente sui banchi e a scandire: «onestà ! onestà !»)…

PRESIDENTE. Onorevole Palese, dobbiamo superare la violenza di quest’atteggiamento. La dobbiamo superare collettivamente.

ROCCO PALESE. No, non è questione di violenza, Presidente, perché (I deputati del gruppo Movimento 5 Stelle continuano a battere ritmicamente sui banchi e a scandire: «onestà ! onestà !»)… noi abbiamo l’esigenza di accertare che cosa è successo, siccome io sono personalmente all’oscuro di quello che è successo, perché eravamo ad un passo dall’accordo. Qual è la motivazione che ha provocato questa reazione abbastanza pesante rispetto a quello che era stato concordato ? È completamente sconosciuta. Ora c’è poco da fare. Da questo punto di vista, noi vorremmo che ci fosse veramente un chiarimento (I deputati del gruppo Movimento 5 Stelle continuano a battere ritmicamente sui banchi e a scandire: «onestà ! onestà !»)… Se lei sospende la seduta, mi permetto di dare questo suggerimento, per potere determinare (Proteste dei deputati del gruppo Partito Democratico )…

PRESIDENTE. Colleghi, per favore, colleghi, per favore, se facciamo così io la sospendo subito la seduta.

ROCCO PALESE. Eh ho capito, ma…

PRESIDENTE. Prego, onorevole Palese.

ROCCO PALESE. Sì, ma non siamo nelle condizioni di potere fare un ragionamento (I deputati del gruppo Movimento 5 Stelle continuano a battere ritmicamente sui banchi e a scandire: «onestà ! onestà !»)

PRESIDENTE. Onorevole Palese, rispondo a lei sperando che mi sentano altri. Se lei pensa che io di fronte ad unaPag. 514violenza del genere sospenda la seduta, lei non conosce il Presidente che in questo momento presiede. Io non accetterò mai di sospendere la seduta di fronte ad una violenza di questo tipo. Per me i lavori vanno avanti, finché io sono in grado di gestirli. Poi mi devono porre nell’impossibilità di gestirli, ma io non accetterò mai una violenza antidemocratica di questo tipo. Finché si sta qua dentro ogni deputato ha diritto di esprimere la propria opinione. Solo nei tempi fascisti non si poteva esprimere la propria opinione (Vive proteste dei deputati del gruppo MoVimento 5 Stelle) ! Prego, onorevole Palese. Vada, onorevole Palese.
Ci sono altri che intendono intervenire ? Ha chiesto di parlare l’onorevole Scotto. Ne ha facoltà.

ARTURO SCOTTO. Calma, calma…

PRESIDENTE. Onorevole Scotto, provi ad aiutarmi anche lei.

ARTURO SCOTTO. Allora, io devo fare i complimenti ai colleghi del MoVimento 5 Stelle, che impediscono di parlare anche all’opposizione (I deputati del gruppo Movimento 5 Stelle continuano a battere ritmicamente sui banchi e a scandire: «onestà ! onestà !»), e devo fare i complimenti però al Partito Democratico, per il capolavoro che avete combinato (Proteste dei deputati del gruppo Partito Democratico). Io lo dico così, signor Presidente (Vive proteste dei deputati del gruppo Partito Democratico – Deputati del gruppo Partito Democratico e deputati del gruppo Sinistra Ecologia Libertà entrano in contatto fisico)…

PRESIDENTE. Colleghi, per favore ! Colleghi ! Colleghi, per favore ! Sospendo la seduta.

Condividi questo post

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.