Radio24 | Il Sole 24 ORE

Baci, abbracci, saluti, ringraziamenti e tutto il resto

Come forse saprete, da settembre cambia il nostro palinsesto e la fascia dalle 9 alle 11 sarà condotta e curata da Giovanni Minoli. Sgombro subito il campo dall’idea che io possa essermela presa: considero Minoli un eccellente acquisto per la nostra radio. E’ uno che ha fatto scuola nell’arte del racconto e il racconto, in radio, è quasi tutto: non può che farci bene.

Per quanto mi riguarda farò altro (dettagli in futuro) ovviamente sempre qua a Radio24.

Queste poche righe sono dedicate ai ringraziamenti.

I primi vanno a tutti quelli che hanno continuato a seguire la trasmissione nonostante l’uscita di scena di Oscar Giannino. Il compito che mi era stato affidato – quello di sostituirlo – non era facile, ma gli ascolti hanno tenuto. Ne sono particolarmente felice, visto che , pur condividendo solo una parte delle cose che dice, ho grandissima stima di Oscar, delle sue capacità, del suo cervello. Dunque grazie a tutti gli ascoltatori, ma in particolare agli aficionados di Giannino e agli aderenti/simpatizzanti di Fare che hanno tenuta accesa la radio dalle 9 alle 10.

I secondi sono per tutti coloro che hanno scritto sul blog, sulla pagina Facebook, che mi hanno contattato su Twitter, che hanno scritto mail. Considero l’interazione in rete fondamentale, perché mi consente di leggere pezzi di realtà che a volte sfuggono, dagli spunti per il dibattito ai racconti di vita, passando per le critiche, anche aspre e tranchant: tutto utile a migliorarsi. Ne ho fatto e ne faccio tesoro (non è una frase fatta, fidatevi)

I terzi sono per chi lavora qua dentro, ma – come si dice – dovrebbero essere i primi. Quando si pensa ad una trasmissione in onda in orario di punta, si immagina una redazione enorme, una squadra intera che ci lavora. In realtà parliamo di due persone, dove una delle due sono io. L’altra è Alessandro Marcotulli, preziosissimo per gli spunti e le idee, molto più che per l’organizzazione del programma. Grazie anche a chi è stato al centralino (beccandosi giornate da 60 telefonate) e ai tecnici di regia, costretti ad inserire audio dell’ultimo minuto e rotture di scatole notevoli.

In chiusura: quasi certamente anche #Votantonio non ci sarà più. Spero che queste 44 puntate della prima trasmissione radiotelevisiva italiana dedicata all’interazione tra rete e politica possano avervi arricchiti. Non mi disturba nemmeno questo: ogni programma ha un ciclo e quello di #Votantonio, presumibilmente, era esaurito.

Baci, abbracci, saluti, ringraziamenti. Ci leggiamo qua o, se volete, su Twitter

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ultimi commenti

  • roberto 27 luglio 2013 / ore 11:43

    Prima Giannino, poi Spetia e ora Minoli, ma cosa hanno fatto di male gli ascoltatori di Radio24 per meritarsi tutto ciò? Con una trasmissione seria condotta da un giornalista serio e non imposto da logiche di partiti e raccomandazioni come lo sono stati i tre pessimi citati, gli ascolti sarebbero certamente migliori e così la raccolta pubblicitaria, invece di essere pessimi e in crisi nerissima come tutto il gruppo Sole 24 ore, che assomiglia sempre più a un’appendice della Rai.

    1. Simone 29 luglio 2013 / ore 19:23

      Scusi, Roberto, dove la vede l’imposizione delle logiche dei partiti?

  • Ivano 26 luglio 2013 / ore 18:31

    Un complimento ed un saluto, considero Giannino una persona di intelligenza e conoscenze non comuni,avevo qualche dubbio sul proseguimento e devo dire che il suo equilibrio e la sua competenza le ho molto appezzate.
    Non son d’accordo sulla scelta, abbiamo bisogno di nuove facce e nuove voci, graffianti e che mettano passione…ascolto 9 in punto da anni quando riesco ma… non credo continuerò… spero di essere smentito
    un saluto
    ivano

  • Francesco Galli 26 luglio 2013 / ore 10:06

    Come già scritto da altri sono stato un affezionato di Giannino ma ho apprezzato direi anche maggiormente il suo tono cordiale e disponibile. Il “mi faccia capire” molto corretto ed accogliente.
    Attendo un tuo nuovo programma.
    Auguri.
    Francesco

  • Luigi Rosa 26 luglio 2013 / ore 08:15

    Sono un aficionado delle idee di Oscar Giannino e proprio per questo motivo non ascolto solamente Oscar Giannino. 🙂

    Secondo me hai fatto un ottimo lavoro sia con 9 in punto sia con #Votantonio e spero di risentirti in radio con qualche altra cosa. La convergenza dei mezzi di comunicazione potrebbe essere la strada giusta.

    Per quanto riguarda Minoli ascolteremo e poi giudicheremo.

  • Stefano 25 luglio 2013 / ore 22:50

    Non è stato facile raccogliere l’eredità di chi ti ha preceduto a 9 in punto, ma ora il compito di Giovanni Minoli non sarà da meno. Grazie di tutto e… a risentirci presto!

  • marco preziosa 25 luglio 2013 / ore 20:16

    anzitutto mille grazie perché l’impegno che hai messo nel far bene il tuo lavoro è stato per me che ti ho ascoltato quasi tutte le mattine una dose d’ossigeno alle stanche meningi.

    poi l’augurio di poterti presto ripetere e magari far pure meglio in quel che ti piacerà fare dopo questa profittevole esperienza.

    infine buon riposo e buone vacanze a te e a tutta la numerosa famiglia

  • ANGELO CARINI 25 luglio 2013 / ore 18:00

    Io nn ci sto deve rimanere a Nove in punto! Ha sostituito un mediocre (spesso al limite del lagnoso) O. Giannino ravvivando la trasmissione che ascolto ogni giorno.La sua chiarezza e la capacità di interagire con i radioascoltatori hanno sempre reso interessante ogni argomento trattato e mantenuto sempre viva la discussione. Ascolto Radio 24 dodici ore al giorno ( a volte anche le repliche di notte) e senza nulla togliere ai suoi colleghi vecchi e nuovi (Minoli) la sua professionalità fa la differenza in una radio a mio avviso al passo con i tempi. Sperando che i vertici di Radio 24 sappiano adeguatamente valorizzarla all’interno del palinsesto Le auguro per il momento buone vacanze. Con stima

  • Francesca Giusti 25 luglio 2013 / ore 16:35

    Mi dispiace moltissimo! spero di risentirti al più presto.
    Forza e onore!!!
    Francesca

  • Msimone 25 luglio 2013 / ore 15:04

    Grazie per avermi tenuto compagnia tutti i giorni al mattino. Onestamente spero che Minoli sia all’ altezza di chi lo ha preceduto, cosa non scontata. Sentiremo.

  • LucaS 25 luglio 2013 / ore 13:48

    Buon lavoro e complimenti, ma non concordo sul giudizio a Minoli. Ma non siamo nell Era della Rottamazione? Minoli è bravissimo, ma ha già dato. Pensavo che Radio24 fosse una fucina di voci nuove, o aspiranti tali, come la Sua, come Milan che ascolto con piacere, come quei due pazzi de LaZanzara, cose NUOVE. A settembre torneranno partiti del 94, il “giovane” più promettente del Csx ha 40 anni e una carriera tutta politica e modelli anni 80, e Radio24 si prende Minoli ? Annamo male 😀

  • Giorgio Gavinel 25 luglio 2013 / ore 13:38

    Hai sostituito Oscar con grande abilità. Non gradisco molto la sostituzione con Minoli in quanto pur essendo un grande professionista e narratore è più “scontato” di te. La caratteristica che apprezzo di più di Radio 24 è sempre stata la spregiudicatezza e l’assenza di filtri. Minoli è un passo indietro in stile Rai …

  • marco barsotti 25 luglio 2013 / ore 13:06

    Grazie delle interessantissime puntate, davvero hai fatto un ottimo lavoro.

    La scelta di mettere Minoli penso sia stata fatta dal direttore del quotidiano cartaceo (che perde copie) e non dall ex direttore della radio (che ha guadagnato ascolti, ed e’ stato ringraziato), giusto ?

    Speriamo in bene.

    Per voi.

  • mauro persi 25 luglio 2013 / ore 12:29

    Comunque sei e sarai sempre un GRANDE ! ! !

  • irene 25 luglio 2013 / ore 12:13

    Ciao Simone,
    mi permetto di darti del tu, siamo coetanei. Faccio parte della schiera di aficionados di Giannino, che ha saputo incassare il cambiamento di stile e apprezzare il tuo equilibrio e la tua concretezza nell’affrontare i vari temi. Certamente Minoli è un bell’acquisto, come dici tu, ma non so se sarà aperto al confronto con gli sciagurati che scrivono e telefonano, come sei stato tu. Per quel che vale, mi dispiace anche per Votantonio, una trasmissione forse troppo intelligente e anglosassone per sopravvivere. Attendo aggiornamenti sui tuoi futuri cimenti, bravo!

  • ennio botta 25 luglio 2013 / ore 12:06

    A mio parere non è una scelta felice. Minoli fa un ottimo approfondimento politico e storico, ma la mattina dalle 9 alle 10 c’è ancora fame di notizie fresche e commenti… E’ ancora momento di spostamenti e lettura mail al lavoro. 9 in punto era un buon programma a un buon orario.