Radio24 | Il Sole 24 ORE

Ok, l’ho fatto. Lunedì non sciopererò, ma…

Alla fine mi sono deciso. Ho troppe perplessità sullo sciopero dei giornalisti proclamato oggi dalla Federazione della Stampa per protestare contro le nuove norme contenute nel DDl Sallusti.

Sia chiaro: trovo folle che in una legge nata per togliere il carcere ai giornalisti venga inserito, nel corso dell’iter parlamentare, il carcere per i giornalisti. A maggior ragione per come la pena viene prevista adesso, ossia esentandone  il direttore (che da contratto si chiama “responsabile”, ma viene deresponsabilizzato).

Trovo però l’arma dello sciopero molto spuntata e cattiva l’idea di rispondere ad una legge che si ritiene limitativa della libertà di stampa con un black out informativo. Un vero controsenso.

Dunque lavorerò e ho già donato il denaro della mia giornata di lavoro a Reporters sans frontières, che si batte per i giornalisti. Soprattutto per quelli che rischiano non il carcere, ma di morire ammazzati e a volte (troppo spesso)  non per diffamazione, ma per aver solo raccontato i fatti. Qua sopra le prove.

Condividi questo post

Partecipa alla discussione

Rispondi a jiriki66 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ultimi commenti

  • jiriki66 22 novembre 2012 / ore 20:06

    Bel gesto, bravo!

  • Claudio 22 novembre 2012 / ore 20:06

    Credo che alla fine questa legge possa anche essere un toccasana per la categoria. Chi per 5 euro al pezzo avrà voglia di rischiare il carcere? Chi per un tozzo di pane andrà a fare ricerche per settimane con i rischi collegati? In ogni caso in rete sarà sempre difficilissmo arginare il fenomeno della diffamazione e lanciare i pezzi ad una redazione estera per farli rimbalzare sul territorio italiano non è nemmeno così difficile.

    Bello il gesto 😉 della donazione