Radio24 | Il Sole 24 ORE

Controllo sulle armi o libertà di possederne una? Un grafico sorprendente (per me)

La nuova sequela di sparatorie negli Stati Uniti, a partire da quella avvenuta alla prima del nuovo Batman, sembrava aver riacceso il dibattito sul possesso di armi. Il tema: è più importante il controllo delle armi o il diritto a possederne una, costituzionalmente garantito? Non sono uno che si intende di Stati Uniti, ma il grafico che ho trovato vagando in rete, tratto da questa ricerca di Pew, mi ha colpito molto. L’andamento è esattamente contrario a quello che un Europeo si aspetterebbe

Condividi questo post

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ultimi commenti

  • Emiliano Della Casa (@emilianodc) 4 settembre 2012 / ore 10:28

    Quello che però questa ricerca non considera ad esempio è che in Messico, paese confinante con gli Stati Uniti dove il diritto di portare un’arma NON è costituzionalmente garantito, il numero di fatti di sangue causati da armi da fuoco è cresciuto considerevolmente negli ultimi anni ed è universalmente riconosciuto che gran parte delle armi vengono comprate oltre confine e poi utilizzate in suolo messicano.

    Il problema come al solito ha molte sfaccettature e difficilmente “graficabile”.