Radio24 | Il Sole 24 ORE

La crisi che stimola la concorrenza (e noi ne godiamo)

Durante lo scorso week end, ancora una volta, ci sono state code ai distributori dell’ENI (e non solo), per i maxisconti sui carburanti. L’azienda ha offerto su oltre 3000 impianti benzina e diesel a 1,6 e 1,5 al litro rispettivamente due settimane fa,  a 1,580 e 1,480 nel fine settimana appena passato. Esso e Q8 hanno reagito quasi subito e si sono presentate con prezzi lievissimamente superiori. Non diversamente stanno ragionando gli altri operatori.

Evidentemente ci sono i margini per operazioni di questo genere, come l’andamento del greggio darebbe ad intendere. Ma è altrettanto evidente che la crisi morde e spinge le compagnie a strapparsi i clienti a vicenda a colpi di sconti, magari correndo il rischio di perderci qualcosa. Ai distributori no logo questa politica non va giù, perchè non riescono a stargli dietro, e hanno presentato un esposto all’antitrust.

Ma è la concorrenza, bellezza. In questo caso – raro nel settore – sta funzionando.

Condividi questo post

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.