Radio24 | Il Sole 24 ORE

Non sono un esperto di mafie, ma…

Sul Sole 24 Ore un articolo a firma di Alberto Cisterna, Procuratore aggiunto della Direzione nazionale Antimafia e Ranieri Razzante, consulente della commissione parlamentare antimafia, mettono l’accento sul fatto che la norma prevista dal decreto semplificazioni che prevede la costituzione di SRL semplificate da parte degli under 35 possa favorire il riciclaggio. Non entro negli aspetti tecnici, che sono sicuramente corretti. Così come è corretto tenere alta la guardia sempre. 

Però la criminalità organizzata ha già tutti gli strumenti che vuole per riciclare denaro sporco. Tanto che le stime sul riciclaggio parlano di 4,5 miliardi di euro all’anno (fonte GDF). E poi basta un po’ di buon senso per capirlo: se vi capita, quando girate nella vostra città, cercate di notare tutti quei maxiristoranti che aprono improvvisamente con ristrutturazioni milionarie e chiudono sei mesi dopo, per poi riaprire immediatamente. Sono la punta dell’iceberg, ma danno la misura di quel che impunemente o quasi le mafie possano fare. 

Che l’SRL ad 1 euro di capitale possa essere strumento di riciclaggio non lo metto in dubbio. Dubito invece che per questo motivo non si debba fare o che per farlo si debba forzatamente passare, come chiedono Cisterna e Ferrante, da un professionista tipo notaio. Il problema dei controlli ex ante è che sono esattamente quello contro cui si vuole combattere e che rappresentano la farraginosità del nostro sistema. 

Su tutti gli altri accorgimenti tecnici si può ragionare e immagino che i decreti attuativi lo faranno. Ma non si intervenga per complicare quel che va semplificato.

Condividi questo post

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.