Radio24 | Il Sole 24 ORE

I due macellai e la riforma del commercio

Nel mio paese, duemila abitanti in provincia di Perugia, ci sono due macellai, la cui distanza rispetto alla piazza centrale è più o meno equivalente.

Il primo ha carne di buona qualità e prezzi più bassi – dati alla mano – del 30%. Negozio molto pulito. Classica bottega da macellaio. Rispetta rigorosamente gli orari canonici di apertura e chiusura.

Il secondo ha carne di qualità eccellente, salumi che prepara lui stesso e, da poco, ha aperto anche una trattoria. Il negozio è un paradiso per chi ama la cosiddetta norcineria: dal soffitto pendono capocolli, prosciutti, pancette e guanciali. Attrae molti turisti e non lo vedo chiuso la domenica mattina da un decennio.

Se aprisse un grande supermercato 24 ore su 24 a Bevagna, provincia di Perugia, scommettiamo su quale dei due sarebbe costretto a chiudere? Secondo me il primo. E la questione è tutta qua.

Condividi questo post

Commenta per primo

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.