Radio24 | Il Sole 24 ORE
Ora in diretta

Condotto da

“Scomunicate don Livio Fanzaga”. Radio Maria sotto accusa

Padre Fanzaga bacia la mano al Pontifex

Lo ammetto, sono perversamente attratto da vicende come queste. In particolare da questa, non foss’altro perché Radio Maria mi ammazza l’ascolto di tutte le mie radio preferite (compresa quella dove lavoro) sull’intero tratto appenninico dell’Autosole e oltre. Protagonisti: Padre Livio Fanzaga, direttore di Radio Maria, prete bergamasco che anche Giuseppe Cruciani ha contribuito a trasformare in un personaggio facendo ascoltare alcuni dei suoi deliri alla Zanzara; Pontifex, blog che si definisce di libera informazione cattolica, che secondo alcuni (condivido) è “un esempio di trolling ecclesiastico”.

Succede che Radio Maria ha fondato una discreta parte delle sue fortune sul culto della Madonna di Medjugore, le cui apparizioni non sono però riconosciute ufficialmente dalla chiesa, sostiene Pontifex, come manifestazioni divine. Pontifex riporta l’audio di Fanzaga e poi, in un post interminabile, tipico del sito, cita alcune frasi. Tipo:

Guardate se la Madonna dice no, non c’è Vescovo che tenga, non c’è Papa che tenga

Oppure

L’ultima apparizione delle Ghiaia c’era mezzo milione di persone, aivoglia casa San Pietro che ne contiene 100 mila, dunque questo per dire cosa fu allora cosa fu l’evento delle Ghiaie fu l’evento straordinario 

Il blog bolla le tesi di Radio Maria come “eretiche”, le frasi di padre Fanzaga come “farneticazioni”, chiede di diffondere l’articolo perché “tutti sappiano l’inganno diabolico che c’è dietro questo personaggio”, che definisce come “sedicente predicatore in odore di apostasia”. E aggiunge

Siamo davanti ad una delle più gravi negazioni del ruolo e funzione della Chiesa cattolica, del Papa e dei Vescovi nel mondo. Questa è eresia pubblica, il religioso che proferisce tali blasfemie è scomunicato “latae sententiae”, perché con queste affermazioni si colloca in una posizione scismatica “ipso facto”, tenta di sottomettere il “depositum fidei” e la Chiesa stessa alla visione di privati cittadini, dunque non riconosce la soprannaturalità ed il primato sul mondo che spetta solo a Pietro ed al collegio degli Apostoli (Papa e Chiesa cattolica).

Battaglia dura, a cui segue un pezzo nel quale si racconta che la guida dei veggenti era un molestatore di suore e altre amenità. Chiude il giro l’intervista al cardinal Piovanelli che chiede a padre Livio di rispettare il Papa. Adoro questa roba.

Condividi questo post

Partecipa alla discussione

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ultimi commenti

  • Alberto Bertini 29 ottobre 2015 / ore 20:43

    Paola Maestri dice che radio Maria la riporta all’infanzia ad una nonna etc…ma nell’infanzia siamo tutti più vicini a Dio.Gesù disse lasciate che i pargilo vengano a me,quindi radio Maria avvicina all Spirito di Dio.
    Le affermazioni di maison non vengono da Dio…Traete le vostre conclusioni

  • Alberto Bertini 29 ottobre 2015 / ore 20:17

    Padre Livio Fanzaga non è mai andato contro il Papa e la Chiesa.
    E’ un fanatico di Medjugorje va bene,ma ha sempre detto che se non credi a Medjugorje non fai peccato.
    Quindi non facciamo perverse DIFFAMAZIONI e ponderiamo BENE le affermazioni

    1. carmen hernandez 10 settembre 2016 / ore 15:10

      CARO ALBERTO TI SEI MAI DOMANDATO PERCHE’ IL TUO GESU’ CRISTO FIGLIO DI DIO ONNIPOTENTE OSSANNATO DAL PRETE FANZAGA SI LIMITO’ A VIAGGIARE SU UN FAZZOLETTO DI TERRA CONVERSANDO CON QUATTRO IGNORANTI DI QUELL’EPOCA FREGANDOSENE DI TUTTI GLI ALTRI ABITANTI DELLA TERRA , COSA GLIENE FREGA AI CINESI, AI PELLEROSSA, AI PIGMEI, AI SELVAGGI AI CANNIBALI AGLI AFRICANI, AGLI ASIATICI ECC. DI ABRAMO DI NOE , DI PONZIO PILATO RE DAVIDE , DI PASQUALE MATTEO , LUCA E TANTI ALTRI INSIGNIFICANTI PERSONAGGI RELIGIOSI PRIMITIVI. DIGLI AL TUO AMICO PRETE CHE I VEGGENTI DI MEDJUGORJE POSSONO ESSERE PARAGONATI A LUI , FALSI

  • Paola Maestri 10 settembre 2014 / ore 19:30

    riprendo un po’ quello che ho detto l’ultima volta…”chi non ha avuto una nonna o una mamma che non gli abbia insegnato le preghiere …e con Radio Maria è anche un po’ così…ci riporta un po’ all’infanzia”…e adesso voglio fare una riflessione e la faccio partendo da una frase di Karol Wojtyla tratta da una sua poesia ” IL DESIDERIO PIU’ SEMPLICE STA NELLA NOSTALGIA” …se tu vivi un’esperienza come appunto l’esperienza semplice della preghiera da bambino( e dentro la parola preghiera ci metto tutto un mondo che va’ dalla notte prima di Natale, al vestito candido della prima Comunione, all’attesa dell’uovo di Pasqua , ai pensierini su Gesù e Maria a scuola, al Rosario della nonna, alla immaginette vicino al letto) che poi nella vita ovviamente superi vivendone delle altre …con gli anni di quell’esperienza rimane qualcosa che è la compenetrazione di quell’esperienza con tante altre cose che ti sono successe , da tante tue riflessioni, anche contestazioni che hanno fatto di quell’esperienza un qualcosa di particolare…e dico particolare perchè ripensandoci si puo’ provare un sentimento…la nostalgia… e mentre provi la nostalgia tu provi il desiderio… perchè desideri di nuovo quell’esperienza o meglio il frutto di quell’esperienza e così piano piano lo applichi alla tua vita … con consapevolezza…e questo lo fai teneramente perchè la nostalgia come la malinconia è tenera…e quando si prova tenerezza ad esempio nella nostalgia per qualcosa …vuol dire che in quel qualcosa c’era il buono…perchè la tenerezza si prova soltanto per qualcosa di buono….ecco , Radio Maria secondo me aiuta a far riaffiorare quella nostalgia…e non è poco…è un grande lavoro

  • Paola Maestri 29 settembre 2013 / ore 07:43

    Allora, il cattolicesimo non sta affatto morendo…anzi…secondo me c’è un forte ritorno grazie proprio alla Santa Chiesa Cattolica e Apostolica che è Santa non perchè non ha mai fatto errori(Gesù ha fondato la sua Chiesa su Pietro che l’aveva rinnegato tre volte !) ma perchè è guidata dallo Spirito Santo …c’è un progetto ben preciso sull’intera umanita’ e su ognuno di noi a noi ignoto nel dettaglio ma che vuole portare alla Salvezza ETERNA di tutte le anime. Sulla tesi Medjugorje sinceramente non posso che dire bravo a Padre Livio perchè la Madonna a Medjugorje sta convertendo milioni di persone nel mondo…la Chiesa non ha dato ancora il suo benestare …e certo, la Chiesa è sempre stata molto prudente nei suoi giudizi ma è anche vero che non impedisce a nessuno di andarci…puo’ darsi che il silenzio valga come provvisorio consenso…chissa’…è una mia opinione naturalmente…intanto mi godo le stupende catechesi di Padre Livio che tanto mi fanno stare bene…mi parlano di Gesù e della Madonna, della Chiesa e del Papa senza parlare di tutti gli altri programmi e momenti di preghiera e S.Messe trasmesse ininterrottamente da Radio Maria …Mi portano vicino a Gesù e alla Madonna…e mi mette in guardia da satana …non è uno scherzo…se ci pensi bene ti riporta un po’ alla tua infanzia …chi non ha avuto una mamma o una nonna che ci ha insegnato le preghiere…è un po’ come ritornare bambini…bellissimo….in un mondo così brutto…è proprio vero…certe cose non hanno prezzo!
    Paola Maestri

  • giovanni 27 novembre 2012 / ore 22:46

    uao mason. commentone il tuo. chi te la detto il tu nipotino mentre lo riportavi dall’asilo?

  • mason 12 agosto 2012 / ore 21:53

    Mi viene solo da dire che i Cattolici hanno commesso e accettato crimini orrendi ……Pio IX ,e tanti altri Papi, mandarono a morte per “squartamento” centinaia di poveracci anche per reati di nessun conto ..e la pena di morte, tradizionalmente adottata con la modalità dello squartamento o della decapitazione, vigeva vergognosamente nella legislazione dello stato Vaticano sino a pochi decenni fa (mi pare sino all”82) .nessuno ne parla ..nessuno condanna !!!! VERGOGNA .!!!!..Ora però il cattolicesimo sta morendo …. stanno pagando il conto alla storia . .

    1. rosario 21 aprile 2016 / ore 07:58

      i cattolici sono assassini? mi fa cadere dalle nuvole questo linguaggio fantasioso e perfido: ma come dimostra quello che dice a zonzo. Per cortesia non scriva generalizzando le pecche di alcuni e tenga presente anche il bene di altri, perchè con questo modo di scagliare anatemi questo tizio anonimo si autodefinisce bifolco per non dire altro